rotate-mobile
Cronaca

Terremoto Toscana, concluse le verifiche: nessun danno alle linee ferroviarie

In base alle procedure di allerta, i controlli scattano quando si registra una scossa superiore al quarto grado della scala Richter

Più di 100 operatori delle squadre tecniche Rfi sono stati impegnati da questa mattina all'alba per riportare alla normalità la circolazione ferroviaria, interrotta poco dopo le scosse di terremoto che si sono verificate nella zona del Mugello questa notte. Dalle 4.35 il traffico ferroviario tra Bologna e Firenze era stato interrotto in via precauzionale

In tarda mattinata le verifiche sull'infrastruttura toscana sono terminate e, come si legge in una nota di Rfi, non è emersa alcuna criticità. 

Già dalle 8.30, era ripreso il traffico sulla linea Av e convenzionale lungo l'asse Bologna, Firenze, Roma. Successivamente e' ripresa anche sulla Pistoia-Porretta Terme, Firenze-Empoli, Bologna-Prato e Prato-Pistoia.

Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi 

Rete ferroviaria italiana informa che in base alle procedure di allerta condivise con la protezione civile e l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia devono scattare i controlli sull'infrastruttura ogniqualvolta una scossa di terremoto superi il quarto grado della scala Richter.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Toscana, concluse le verifiche: nessun danno alle linee ferroviarie

BolognaToday è in caricamento