Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Protesta in Regione: "Chi ha i soldi ha i vaccini? No alla logica del PIL"|VIDEO

"Vaccini per tutti, ricerca pubblica libera dai brevetti". Sono alcune delle richieste emerse durante il presidio di questa mattina davanti alla sede Regione Emilia Romagna

 

"Vaccini per tutti, ricerca pubblica libera dai brevetti", e ancora "la logica della vaccinazione deve essere medica, non è accettabile la patente vaccinale che dà priorità ad alcune categorie perchè l'economia deve ripartire". Sono alcune delle richieste emerse durante il presidio di questa mattina davanti alla sede Regione Emilia Romagna al quale hanno aderito Unione Sindacale di Base Bologna, Noi Restiamo Bologna, Potere al Popolo Bologna, Rete dei Comunisti Bologna, e Rifondazione Comunista Bologna. 

"Questa iniziativa la coordiniamo insieme alla federazione sindacale mondiale - spiegano - quindi quando diciamo vaccini per tutti, non intendiamo solo la popolazione italiana. Si sta riproducendo una inaccettabile divaricazione tra chi rientra nel piano e chi ne viene escluso. Per massimizzare il profitto, il vaccino è stato venduto al miglior offerente". 

Vaccini, acquisti autonomi? Donini: "Disponibili se c'è l'ok di Aifa" 

"La logica che non accettiamo è che chi ha i soldi ha i vaccini, se non abbiamo un piano vaccinale mondiale non ne usciamo più. A livello locale, le regioni spingono sulla logica del Pil - come Moratti in Lombardia - come anche Bonaccini e Zaia, le regioni che se lo possono permettere possono acquistare vaccini per conto loro. Penso che il diritto alla vaccinazione deve essere dei popoli e gratuita - ha detto a Bologna Today Luigi Marinelli di USB - le multinazionali hanno prodotto i vaccini in tempi rapidissimi con finanziamento pubblico. Per noi è necessario cominciare dai più vulnerabili". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento