Cronaca Centro Storico / Via Volturno

No a via Volturno pedonale: residenti e commercianti raccolgono le firme, il Comune 'monitora'

Un'udienza conoscitiva già richiesta dal Fi Carella. Oggi al Question Time, l'assessore alla Mobilità Colombo, ha risposto alla richiesta di chiarimenti, ribadendo la scelta dell'amministrazione

Residenti e commercianti non volgiono la chiusura di Via Volturno, almeno a giudicare dalla quantità di firme raccolte, 600, contro la pedonalizzazione entrata in vigore il 16 settembre scorso.

Già il consigliere Fi Daniele Carella, aveva richiesto un' udienza conoscitiva e questa mattina, durante il consueto appuntamento con il Question Time, tenutosi Palazzo D'Accursio, l'assessore  alla  Mobilità  Andrea Colombo, ha risposto alla richiesta di chiarimenti della consigliera Paola Francesca  Scarano  (Lega nord). La risposta è stata letta in aula dall'assessore Rizzo Nervo. Per Scarano tale chiusura
"obbliga  tutti  i  veicoli ad effettuare un percorso alternativo che intasa notevolmente  il  traffico  e  aumenta,  quindi, l'inquinamento. Si chiede, quindi,  se  le  600  firme  raccolte,  abbiano per l'amministrazione reale peso".

Colombo dichiara di " comprendere  il  cambiamento  di  alcuni  percorsi  che tale novità ha comportato" ma aggiunge "va  sottolineato,  che  via  Volturno era l'unica situazione anomala che consentiva   l'attraversamento  veicolare  del  centro  storico,  mediante, tuttavia,  il  passaggio in strade non idonee a sopportare flussi veicolari di  tale  calibro  e  dunque  con  un'impropria  sostituzione  dell'uso  di viabilità  più  adeguate  e  destinate  a  tale  funzione nella rete viaria cittadina  (es. viali di circonvallazione), in un quadro complessivo in cui invece tale possibilità di attraversamento non è contemplata né in tutto il resto  di  via  Indipendenza per quanto riguarda i collegamenti est-ovest e viceversa,  né  nelle  altre strade limitrofe a via Rizzoli e via Ugo Bassi per   i   collegamenti  nord-sud  e  viceversa.  Sarà  in  ogni  caso  cura dell'amministrazione  monitorare attentamente la  situazione nei prossimi mesi".

Pedonalizzazione del tratto compreso tra via de’Corighi  e  via  dell’Indipendenza,  mentre  il tratto compreso tra via de’Corighi  e  vicolo Quartirolo è stato disciplinato a doppio senso di marcia "al  fine di garantire l’accesso e l’uscita da via Corighi; il tratto di via Volturno  compreso  tra  via  Galliera  e vicolo Quartirolo ha mantenuto il precedente senso unico di marcia con conseguente introduzione di obbligo di svolta  in  sinistra  per  vicolo Quartirolo - ha ricordato l'assessore - inoltre stato istituito un nuovo  stallo  handicap  in via Galliera all'incrocio con via Volturno, per facilitare  e  mantenere  vicina la sosta dei veicoli a servizio di persone disabili".

L’intervento  di  pedonalizzazione,  risponderebbe quindi ad alcuni importanti obiettivi: "Chiudere  l’unico  'by-pass'  che  consentiva  ancora  l’accesso abusivo all’area  T, durante i giorni feriali, da parte di centinaia di veicoli non autorizzati; evitare il traffico improprio di mero attraversamento interno del centro lungo  strade  medievali  inadatte a supportare flussi veicolari eccessivi, così  tutelando  i  residenti  e  le  loro  abitazioni  da  smog,  rumore e vibrazioni; creare lungo via Volturno un percorso pedonale continuo ed accessibile a tutti, in particolare agli utenti deboli della strada, senza interruzioni e barriere architettoniche oggi esistenti; riqualificare  uno  scorcio  di pregio del centro storico, in precedenza caotico  e  congestionato  per la quantità di veicoli che vi transitavano e parcheggiavano;   uniformare  la  regolamentazione delle laterali di via dell’Indipendenza che  non  a  caso  risultano  tutte,  nel tratto finale, o con destinazione pedonale  (vie  Monte Grappa, Goito, Bertiera, Orso, del Monte e Manzoni) o con  transito in uscita da Indipendenza stessa (vie Altabella e Falegnami), quindi escludendo funzioni di attraversamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No a via Volturno pedonale: residenti e commercianti raccolgono le firme, il Comune 'monitora'

BolognaToday è in caricamento