Cronaca

Ancora zecche nella cella di sicurezza della Polizia Ferroviaria

Il sindacato Siulp chiede provvedimenti: è la seconda volta in due mesi che nella sala della Polfer vengono trovati i parassiti. Segni delle punture sulle braccia di un arrestato

Parassiti nella sala sala di sicurezza della Polfer, di nuovo. Già lo scorso dicembre era stato chiuso un ufficio della Polizia Ferroviaria in stazione centrale e adesso l'allarme zecche è tornato, come denuncia il Siulp, il Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia, che chiederà uni'ispezione ministeriale. 

L'invasione di zecche riguarda la sala nella quale vengono portate le persone "fermate" dagli agenti della Polizia Ferroviaria e la conferma di una "ricaduta" è arrivata con i segni sulle braccia di un uomo arrestato che è stato ospitato in attesa del processo per direttissima proprio in quel locale già colpito il mese scorso. Per il sindacato questa situazione è "inaccettabile" e vanno presi provvedimenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora zecche nella cella di sicurezza della Polizia Ferroviaria

BolognaToday è in caricamento