Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia

Crisi: accordo Comune-sindacati per i residenti ERP in difficoltà

Sostegno alle spese per i residenti nelle abitazioni di edilizia pubblica colpite dalla crisi economica: un accordo per rivedere il canone

L'accordo siglato a fine anno tra OO.SS. CGIL,CISL,UIL/SUNIA,SICET,UNIAT e l'Assessore  alle politiche abitative del Comune di Bologna, Riccardo Malagoli, permetterà agli inquilini delle case ERP in difficoltà economica di poter aggiornare l’ISEE, ovvero l'autocertificazione che misura la condizione economica.

AIUTI ALLE FAMIGLIE. In pratica, in caso di riduzione di almeno il 50% del reddito famigliare, si potrà per ottenere una rideterminazione del canone a partire dal mese successivo alla presentazione della nuova documentazione ISEE (attualmente valida un anno), così come per ricovero permanente in strutture residenziali di anziani ultrasessantacinquenni. Non è escluso l’allargamento della platea dei beneficiari e si costituirà un tavolo di confronto con i sindacati inquilini e ACER per rivedere le spese condominiali e di gestione degli appartamenti ERP. Secondo SUNIA – CGIL, l’accordo costituisce “un efficace strumento di prevenzione alla morosità e una misura anticrisi importante in una situazione che si mantiene molto critica anche per il 2013”. L’obiettivo è di estendere le agevolazioni su tutto il territorio provinciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi: accordo Comune-sindacati per i residenti ERP in difficoltà
BolognaToday è in caricamento