rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Aggredito per sbaglio, Davide Ferrerio ancora in coma: scattano due nuovi arresti

Si allarga ufficialmente l'inchiesta attorno a quanto capitato a Crotone al ventenne bolognese, da allora mai più risvegliatosi. Da settimane continuavano gli appelli della famiglia a rivedere il caso

Ci sono due nuovi indagati nell'inchiesta su quanto accaduto a Davide Ferrerio, il 21enne bolognese colpito da un coetaneo a Crotone e da allora in coma al Maggiore in condizioni disperate. Madre e figlia sono state arrestate per concorso in tentato omicidio colposo nell'ambito dell'indagine che riguarda l'accaduto, coordinata dalla procura locale.

Secondo quanto è emerso si tratterebbe delle dirette istigatrici della spedizione punitiva che ha visto per sbaglio Ferrerio come bersaglio finale, anche se in realtà l'obiettivo della spedizione punitiva del 22enne incarcerato da allora era un 31enne, allo stato ancora estraneo all'indagine in questione.

La famiglia di Ferrerio da settimane stava chiedendo di allargare l'inchiesta oltre l'autore materiale del gesto che ha portato Ferrerio in coma, e per questo si era rivolta attraverso i legali anche al Guardasigilli Carlo Nordio. Ora arriva la notifica delle indagini per la donna e la figlia, ma continua a non essere incluso chi, verosimilmente con l'intenzione di sviare da sé l'attenzione del rivale, ha fornito indicazioni sbagliate agli aggressori indicando in qualche modo Ferrerio, completamente estraneo alla vicenda e in procinto di andare a cenare in pizzeria con un amico.

L'aggressione per uno scambio di persona: così Davide è finito in coma profondo

Davide Ferrerio è in coma dalla sera dell'11 agosto scorso, quando all'uscita di una pizzeria è stato inseguito e poi aggredito e steso da pochi violentissimi colpi al petto e al capo. A vergarli, secondo quanto emerso dalle indagini della Mobile crotonese, è stato proprio Passalacqua, 22 anni, convinto di trovarsi davanti a un rivale in amore.

Il 22enne infatti era in zona per via di un incontro, una disputa, che avrebbe dovuto essere una trappola per chi stava scrivendo messaggi a una sua amica, della quale il 22enne sarebbe invaghito. Stando infatti a quanto emerso sino a ora dalle indagini sembra che il destinatario delle attenzioni del ragazzo -arrivato sul posto con i familiari, con la ragazza in questione e con la di lei madre- fosse un 31enne, che nei giorni precedenti aveva contattato la ragazza via social.

Al momento dell'incontro il 31enne avrebbe dato indicazioni alla ragazza di indossare una maglietta bianca, maglietta bianca che però in quel momento indossava anche Ferrerio. Passalacqua a quel punto ha intercettato il giovane bolognese, il quale si è spaventato ed è corso via, scatenando l'inseguimento. A quel punto il 22enne, convinto di trovarsi di fronte effettivamente allo sconosciuto rivale in amore, lo avrebbe poi colpito, facendolo crollare a terra.

Davide Ferrerio, a due mesi dall'aggressione ancora in coma, la famiglia: "Si indaghi anche su chi lo ha indicato"

Aggredito a Crotone, a piedi a San Luca per Davide Ferrerio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredito per sbaglio, Davide Ferrerio ancora in coma: scattano due nuovi arresti

BolognaToday è in caricamento