rotate-mobile
Cronaca

Congresso Pd, Elly Schlein fa il passo e si candida alla segreteria: "Il campo progressista non si crea da solo"

La neoparlamentare emiliana scioglie gli indugi e palesa le sue intenzioni anticipando Bonaccini. La corsa al vertice del partito si gioca sempre più dentro l'Emilia-Romagna

"Ora serve uno sforzo di tutti coloro che sognano di costruire una alternativa progressista a lavorare su un progetto comune" perciò "a me interessa portare un contributo nel processo costituente" del Pd per avere "una condivisione sul futuro" da condividere sui temi delle disuguaglianze e delle migrazioni, entrambe citate prima.

Così Elly Schlein, ex vicepresidente dell'Emilia-Romagna e ora deputata della repubblica eletta da indipendente nel Pd alla Camera annuncia la sua candidatura alla segreteria del Pd nel congresso prossimo venturo.

La novità è stata introdotta dalla diretta interessata, con una diretta Instagram, all'indomani degli ennesimi rumors su una sua possibile discesa in campo. "Decidiamo insieme come si posizionerà (il partito) sulle sfide cruciali che interesserà la nostra e le future generazioni. E ancora "non ho mai creduto che le biografie individuali potessero cambiare le cose: servono processi collettivi".

Schlein ricorda quando insieme con altri all'esito delle politiche nel 2013 lanciò #occupypd, in polemica con l'asse deciso dalla segreteria Bersani (poi dimissionario, seguì Epifani) di dialogare con l'allora Pdl per far nascere quello che poi divenne il governo Letta con il supporto del nuovo centrodestra di Alfano. "Molti dei temi di allora sono diventati centrali adesso" rimarca la ex vicepresidente "ma allora non ci fu la capacità di ascoltare quelle istanze".

Grande assente per Schein "il cambiamento climatico" nel dibattito politico italiano "ma qualche soluzione i nostri amministratori locali e non solo ce l'hanno già, serve solo metterle a sistema, metterle in rete". Infine un appello rivolto "a chi sogna un partito progressista, ecologista e femminista: non aspettiamo, non si crea da solo".

Congresso Pd, Paola De Micheli al Passepartout per la corsa alla segreteria

Congresso PD, Santori si iscrive: "Ricambio delle leadership, Schlein persona capace"

Congresso Pd, Bonaccini scalpita: "Anticiparlo? Credo che si possa accelerare"

Congresso Pd, ci sono anche gli autoconvocati: "Perché aspettare cinque mesi?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congresso Pd, Elly Schlein fa il passo e si candida alla segreteria: "Il campo progressista non si crea da solo"

BolognaToday è in caricamento