rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Calderara di Reno

Inserimento rifugiati ucraini: a Calderara una scuola per i piccoli in fuga dalla guerra

Il sindaco: "Si tratta di iniziative che finanziamo anche grazie alle donazioni ricevute"

Sarà attivata a partire da domani, 27 aprile, una scuola di italiano per i bambini ucraini presenti sul territorio. Sarà ospitata dal lunedì al venerdì con orario 14:30-16:30 nella Sala Polivalente della direzione didattica, in via Di Vittorio, dove già si svolgono dei corsi di lingua italiana a beneficio di stranieri.

Si tratta di una delle iniziative varate dal Comune di Calderara in favore dei cittadini scappati dalla guerra in corso in Ucraina, e in particolare per i bambini in età scolare (dai 6 anni in su): sono oggi 24, sui 52 complessivamente accolti sul territorio, ospitati in famiglia e nel Centro di accoglienza straordinaria (Cas) del Bargellino, ed essendo prevedibile una permanenza a lungo termine sono state varate o sono allo studio iniziative come questa, mirate all’inserimento graduale nella vita della comunità calderarese.

Ucraina, perchè dalla guerra scappano donne e bambini: a Bologna sono quasi 2mila 

In arrivo anche un'iniziativa per adulti

Dopo l’attivazione di questa scuola, che sarà tenuta da operatori qualificati, partirà anche un corso FAMI (Fondo asilo migrazione e integrazione) per gli adulti presenti sul territorio: «Si tratta di iniziative gratuite - spiega il Sindaco Giampiero Falzone -, che finanziamo anche grazie alle donazioni ricevute e nello spirito che contraddistingue l’intervento dell’Amministrazione sin dall’inizio di questa nuova emergenza. L’apertura del Cas del Bargellino, la seconda apertura che annunceremo a breve, la raccolta fondi e tutte gli altri progetti in cantiere rientrano per noi nel quadro di quella che vorremmo fosse non solo solidarietà, non solo accoglienza ma vera e propria integrazione. I rifugiati ucraini sono cittadini come noi, e come tali hanno diritto di inserirsi gradualmente nella vita della nostra comunità. Ci stiamo spendendo perché il loro soggiorno sia sereno, e lenisca per quanto possibile le terribili notizie che quotidianamente giungono dal loro Paese».

Per informazioni e dettagli si possono contattare i Servizio Scolatici del Comune di Calderara: 051.6461297 

Ucraina, al Sant'Orsola le piccole pazienti oncologiche, hanno 17 mesi e 16 anni. Donini: "Negli occhi paura e speranza | VIDEO 

(immagine repertorio)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inserimento rifugiati ucraini: a Calderara una scuola per i piccoli in fuga dalla guerra

BolognaToday è in caricamento