Cronaca

Riaperture 26 aprile, Bonaccini e Merola: "Responsabilità e rispetto delle regole per non tornare indietro"

Sindaco e presidente della Regione spingono per il rispetto dei comportamenti corretti "perché vogliamo continuare a riaprire"

"E' fondamentale la nostra consapevolezza sul mantenere il rispetto delle misure di prevenzione sanitaria – mascherine, distanziamento e igiene delle mani – ma su questo so di poter contare sul senso di responsabilità che questa comunità ha dimostrato". Così il sindaco Virginio Merola sui social, in previsione delle riaperture annunciate dal Governmo per il 26 aprile, e che il 21 incontrerà il presidente del Consiglio, Mario Draghi. 

Dal 26 aprile sì attività all'aperto e tutti in classe, ma resta il coprifuoco

"Da parte del Comune di Bologna l'attenzione per questa attività è molto alta e già lo scorso 2 aprile ho spiegato che 1 milione di euro del nostro bilancio finanzierà l'esenzione del pagamento della tassa per il suolo pubblico per i dehors fino a fine anno - continua il sindaco - ugualmente, lunedì scorso, è stata approvata in Consiglio Comunale la delibera che semplifica le autorizzazioni per i dehors fino al 31 dicembre come ha previsto il Governo. Penso che questa semplificazione sia stata un provvedimento veramente utile e che vada portata avanti oltre l'emergenza sanitaria come ho auspicato lunedì scorso ad un incontro con i parlamentari bolognesi e le associazioni di categoria".

Per il presidente della Regione si tratta di "risposte concrete al Paese, con l’indicazione di date che danno un orizzonte certo a molte delle attività chiuse da troppo tempo. E’ il segnale che Regioni, Province e Comuni avevano chiesto al Governo, avanzando proposte per le riaperture. Il presidente Draghi ha parlato di un rischio ragionato, serviranno infatti comportamenti corretti e il rispetto delle regole di sicurezza (mentre prosegue la campagna vaccinale) per non dover tornare indietro, perché vogliamo continuare a riaprire, non dover tornare a chiudere".

Merola da Draghi, le richieste: "Liquidità a fondo perduto e revisione scadenze fisco per accompagnare le riaperture"

Bonaccini: "Metodo giusto, prevenzione e la tutela della salute priorità assoluta"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperture 26 aprile, Bonaccini e Merola: "Responsabilità e rispetto delle regole per non tornare indietro"

BolognaToday è in caricamento