rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Riaperture, Coraggiosa frena Bonaccini: "Non è il momento delle cene"

L'intervento del capogruppo in Regione Igor Taruffi

Emilia-Romagna Coraggiosa, la forza che fa capo ad Elly Schlein, stronca la riapertura dei ristoranti a cena proposta dal presidente regionale Stefano Bonaccini sulla scia del leader della Lega Matteo Salvini.

Lo stop viene da Igor Taruffi, capogruppo di Coraggiosa in Assemblea legislativa, che ne ha parlato in aula durante il suo intervento di questa mattina sui ristori in favore del turismo 'bianco', praticamente cancellato quest'inverno dall'emergenza Covid.

Ma lo stesso discorso vale anche per i ristoranti. "Non possiamo affrontare il tema delle riaperture fino a quando non avremo messo in sicurezza il paese con i vaccini", scandisce Taruffi, per il quale occorre insistere col nuovo Governo sulla strada dei ristori.

"Dobbiamo parlare questo linguaggio, con una voce sola. Usarne altri sarebbe sbagliato e controproducente, anche perché le prossime settimane non saranno migliori di quelle scorse".

Taruffi parla mentre in aula, seduto ai banchi della giunta assiste lo stesso presidente Bonaccini. Il consigliere prima replica al centrodestra che aveva criticato l'operato della Regione sugli impianti sciistici, poi tocca il tema caldissimo dei ristoranti. "Sul tema aperture e chiusure credo si debba agire con prudenza e farsi guidare dalla scienza - dice l'esponente di Coraggiosa - Credo che la cosa più ragionevole sia parlare un linguaggio di chiarezza e verità, anche quando la verità è difficile", perché, ricorda, "c'è una pandemia in corso". (Dire)

Terza ondata Covid, vaccini e varianti: Intervista a Bordon, direttore Ausl Bologna

Bonaccini 'segue' Salvini: "Ristoranti aperti la sera? Idea ragionevole"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperture, Coraggiosa frena Bonaccini: "Non è il momento delle cene"

BolognaToday è in caricamento