rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021

Dalla stazione al Comune, strade chiuse al traffico: lavoratori e giovani in corteo attraversano la città | FOTO-VIDEO

Al fianco dei sindacati e dei lavoratori che manifestano vs 'le politiche del Governo Draghi' sul tema del lavoro, anche i giovani che chiedono il "riscatto di una generazione senza prospettive". Strade chiuse al traffico, ecco l'itinerario del serpentone che si gonfia via via con manifestanti in arrivo da tutta la Regione

"Per il riscatto di una generazione senza prospettive. Scuola, ambiente, lavoro. Cambiare rotta!". "Così chiede a gran voce un gruppetto di  giovani, armati di striscioni e fumogeni. Levando cori contro le politiche di governo,  in marcia verso piazza dell'Unità,  dove intorno alle 10.30 sono già radunati circa un migliaio di lavoratori. Per poi diventare circa 3mila, stando alle  stime dei sindacati. 

Così Bologna si prepara a scendere in piazza in questo giorno di sciopero generale proclamato da viarie sigle sindacali contro Draghi e il suo Governo . I primi manifestanti lanciano slogan contro la precarietà del lavoro, auspicando un cambio di passo a 360 gradi dal mondo dell'istruzione al tema delle politiche abitative. Tra la folla spunta pure qualche cartello no "green pass". Insomma un potpourrì di diritti da rivendicare convergono in un'unica manifestazione. Che già prima dell'avvio contava un migliaio di presenze, alle quali via via si sono aggiunti manifestanti provenienti da fuori Bologna.

La città felsinea infatti è il luogo scelto per la mobilitazione regionale, qui   da tutta l'Emilia Romagna sono giunti bus carichi di sindacalisti e lavoratori pronti ad unirsi in corteo e attraversare il cuore del capoluogo emiliano. 

Sciopero generale 11 ottobre, strade chiuse al traffico ecco l'itinerario del corteo dei sindacati a Bologna

Prima un tratto di via di Corticella, poi via Mazza, via Tibaldi, Fioravanti, Tiarini, Carracci, Ponte Matteotti e così via. Diverse sono le strade chiuse al traffico per far sfilare il serpentone,  assai nutrito, lungo il tragitto che dal piazza dell'Unità punta ad arrivare a Prefettura e Palazzo D'Accursio.

Prima tappa piazza Liber Paradisus (sede  nuovi uffici comunali), costeggiando la stazione dei treni lungo via Amendola la direzione è quella della sede dell'Inps di via Gramsci. Da qui ancora corteo in marcia verso il pieno centro cittadino, attraversando via dell'Indipendenza per poi arrivare a sostare davanti alla Prefettura e in piazza Maggiore sotto le finestre del Comune. A tallonare i manifestanti lungo il percorso, cercando di contenere i disagi alla circolazione, vigili urbani e forze dell'ordine. 

Dai mezzi pubblici agli ospedali, possibili disagi in questa giornata di sciopero generale

Giornata di possibili disagi   a Bologna  in occasione dello sciopero generale nazionale proclamato per la giornata di oggi, 11 ottobre,  da diverse sigle (Adl Cobas, Cib Unicobas, Clap, Confederazione Cobas, Cobas scuola, Cub, Fuori mercato, Sgb, Si Cobas, Sial Cobas, Slai Cobas, Usb e Usi Ci). La mobilitazione interessa tutti i comparti pubblici e privati indetto

L’Azienda Usl di Bologna fa sapere che lo sciopero interessa gli operatori dell’area comparto (infermieri, operatori sociosanitari, tecnici sanitari, ostetriche, personale della riabilitazione e amministrativi) e gli operatori della dirigenza medica, sanitaria, tecnica, professionale e amministrativa. L’AUSL assicura "i livelli minimi di attività previsti dall’accordo sindacale in caso di sciopero, in linea con le disposizioni normative di riferimento, e compatibilmente con le necessità generate dall’attuale periodo pandemico. Tutti i punti vaccinali sono regolarmente aperti". 
In particolare, oltre all’assistenza non differibile e alle urgenze, l’Azienda Usl di Bologna garantisce attività essenziali nei Dipartimenti di Emergenza, Salute Mentale e Dipendenze Patologiche, Materno-Infantile, Chirurgico, Oncologico, Cure Primarie, Sanità Pubblica, Servizi (dialisi, diagnostica per immagini, LUM). 

Possibili disagi anche per gli utenti dei mezzi pubblici. Per il personale viaggiante dei servizi automobilistici e filoviari Tper dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere) lo sciopero si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle ore 19.30 a fine servizio di lunedì 11 ottobre.

Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti, specifica una nota Tper che dettaglia: per i mezzi urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera.

Sciopero generale oggi 11 ottobre, migliaia alla manifestazione dei sindacati a Bologna

Sciopero 11 ottobre, le rivendicazioni dei sindacati di base: "A Bologna 5 magazzini chiusi, la crisi pandemica la pagano i lavoratori"|VIDEO

Sciopero generale 11 ottobre: dai bus agli ospedali, giornata di possibili disagi

Sullo stesso argomento

Video popolari

Dalla stazione al Comune, strade chiuse al traffico: lavoratori e giovani in corteo attraversano la città | FOTO-VIDEO

BolognaToday è in caricamento