Cronaca

Entra nel vivo la vaccinazione 50-54enni. E dal 3 giugno una data anche per i 40enni

A breve anche i centri vaccinali sui luoghi di lavoro. "Emilia-Romagna candidata alla zona bianca"

"Abbiamo sempre detto che entro giugno avremmo completato la vaccinazione per fascia 50-59 anni, in 50mila si sono registrati sul sito o contattato i medici di famiglia. Rispettiamo un impegno vaccinare in maniera integrata la popolazione di quella fascia entro giugno". Così nella conferenza stampa di oggi, 26 maggio, l'assessore regionale alla sanità, Raffaele Donini, che annuncia il sistema di "vaccinazione integrata, tra sanità pubblica, centri vaccinali e medici di medicina generale - questi ultimi - già vaccinano anche negli hub, altri nei loro studi".

L'assessore dà anche qualche speranza: "Per entrare in zona bianca è necessaria un'incidenza settimanale dei casi sotto 50 su 100mila abitanti, per tre settimane di fila. L'Emilia-Romagna è candidata a poterci arrivare a metà giugno".

Fascia 50-54

Sta andando avanti anche il progetto dei centri vaccinali sui luoghi di lavoro che potrebbero partire "sempre dalla prima settimana di giugno e probabilmente anche nelle farmacie che si sono attrezzate", conferma l'assessore "Non siamo ancora in grado di conoscere le decisioni del governo e delle comunità scientifiche sulla terza vaccinazione, ma in futuro le palestre e le fiere dovranno riaprire, occorre quinti continuare a investire".

I medici di medicina generale stanno vaccinando il personale scolastico, oltre 80mila persone "che ha avuto una dosa e sta ricevendo la seconda di AstraZeneca. Vaccinano anche a domicilio e stanno ultimando in questi giorni, le vaccinazioni delle persone più anziane che non posso muoversi, grazie all'azione combinata tra Ausl e medici - ora - vaccineranno anche parte della popolazione 50-54 anni: ci rivolgiamo oggi ai 100mila registrati sul sito regionale, di questi la maggior parte ha già un appuntamento dato dai medici e, sempre oggi, in 46mila riceveranno un messaggio dalle Ausl territoriali che informa sulle modalità operative per avere una data prenotazione", spiega Donini. 

Il messaggio, oltre a confermare la presa in carico in seguito alla propria candidatura, ricorderà che, se non si ha già preso accordi con il proprio Medico di medicina generale, a partire dal 28 maggio, sarà possibile anche prenotarsi online o tramite i tradizionali canali di prenotazione CUP per eseguire la vaccinazione presso uno dei centri vaccinali dell’Azienda Usl di Bologna. 

Per gli assistiti il cui Medico di medicina generale ha concordato con l'Azienda USL la programmazione degli appuntamenti sarà inviato un messaggio differente con l'indicazione di attendere un secondo messaggio con la proposta di data di vaccinazione presso l’ambulatorio del Medico o la sede vaccinale Ausl dove vaccinerà il proprio medico.

Venerdì 28 maggio apriranno le agende anche per i cittadini della fascia 50-54 che non si sono iscritti nè hanno contattato medici.

40-49enni

La prossima settimana toccherà ai 40-49 anni (circa 200mila persone) che si sono registrati online: da giovedì 3 giugno riceveranno un sms dell'Ausl con la data di vaccinazione. 

Andamento della campagna vaccinale in Emilia-Romagna

"Stiamo procedendo in completa e rigorosa adesione al piano nazionale - osserva l'assessore - alle ore 12 in Emilia-Romagna sono state somministrate oltre 2 milioni 463mila dosi, con il 96,2% utilizzate rispetto a quelle consegnate: siamo tra le Regioni che tengono meno dosi in frigo, ma per tenere questo passo occorrono rifornimenti appropriati, contiamo già in questi giorni su nuovi arrivi di vaccini”.

Vaccini over 70 senza prenotazione, arriva il camper Ausl: "Cincischiavo un po', così mi son decisa" | VIDEO 

Per quanto riguarda le vaccinazioni per classi di età, gli ultraottantenni sono già stati vaccinati nella quasi totalità; per la fascia 75-79enni si è raggiunto l’86% per la prima dose; 70-74enni: superato l’80%; 65-69enni: 75% prima dose; 60-64enni: 63% della prima dose effettuata. Altra categoria prioritaria, come stabilito dalla Struttura commissariale alle cui indicazioni la Regione si è attenuta, quella delle persone gravemente patologiche e fragili a prescindere dalla classe d’età. 

Difficile tornare alla normalità dopo la pandemia: la sindrome "della capanna" spiegata dallo psicologo

Coronavirus Emilia-Romagna, come è cambiata la curva nelle ultime settimane | GRAFICI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra nel vivo la vaccinazione 50-54enni. E dal 3 giugno una data anche per i 40enni

BolognaToday è in caricamento