menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti ritinteggiano Via Petroni: "La maggior parte di noi si impegna per una città vivibile e pulita'

Azione Universitaria festeggerà così la conclusione dei lavori di riqualificazione della via, e punta a dimostrare che "gli studenti non sono solo coloro che sporcano e creano degrado, ma c'è una grande maggioranza che si impegna per rendere migliore Bologna"

Rullo e pennelli alla mano, gli studenti scendono in strada per aiutare a riqualificare via Petroni, in piena zona U. Lo annuncia Azione Universitaria, facendo sapere che sabato  e domenica prossima parteciperà all'iniziativa dell'associazione Assopetroni (Associazione Via Petroni e dintorni) per festeggiare la conclusione dei lavori di riqualificazione di Via Petroni, partecipando appunto alla ritinteggiatura di muri, portoni, serrande e arredi della strada.

"Siamo da sempre attenti alle vicende della zona Universitaria - dicono gli aderensti ad AU - in particolare all'annosa questione del degrado di Piazza Verdi e Via Petroni, punti focali del nostro programma alle elezioni universitarie appena svolte. Per dare seguito alle nostre proposte, non solo i nostri consiglieri d'Ateneo   proporranno mozioni di Indirizzo negli organi di cui sono parte coinvolgendo tutta l'Università su questo tema, ma ancor di più la Presidente Consuelo Torromino presenterà all'Associazione Via Petroni uno schema di Convenzione tramite il quale Azione Universitaria si impegnerà ad organizzare eventi di pulizia e incontri di sensibilizzazione contro il degrado della zona".

Poi, immancabile il riferimento alla querelle sorta inseguito alla festa non autorizzata dello scorso weekend in zona U. "Alla luce degli avvenimenti di sabato - dice Azione studentesca - che hanno visto i soliti collettivi universitari improvvisare un Rave totalmente abusivo, disturbando la quiete pubblica ed immondando Piazza Aldrovandi e via Petroni, intendiamo dare un segnale forte alla Città ed alle Istituzioni, troppo spesso immobili".

L'obiettivo è "far comprendere che gli studenti non sono solo coloro che sporcano e creano degrado, ma c'è una grande maggioranza che si impegna per rendere Bologna una Città vivibile e pulita." Così, chiosa, verrà proposto ai Consiglieri Comunali di attivare una linea diretta tra gli studenti ed il Comune per segnalare le fattispecie di degrado e di attivare una tavola rotonda "che partorisca proposte risolutive di questo grave problema cittadino". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento