Economia

Un bolognese nella space economy italiana: Alessandro Sannini advisor della fondazione E.Amaldi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

La Fondazione E.Amaldi, ente di partecipazione dell'Agenzia Spaziale Italiana, ha scelto come advisor Alessandro Sannini 39 anni Bolognese d'adozione. Il manager infatti si è laureato in giurisprudenza nell'ateneo felsineo muovendo i primi passi nel mondo del tech e dell'e-business nell'ambito del Diritto dell'Informatica proprio sotto le due torri. E' diventato poi uno degli esperti italiani in finanziamenti alternativi delle PMI con strumenti alternativi come i Minibond. Nell'ambito della 'nuova economia dello spazio' con la Fondazione E.Amaldi, il manager si propone di essere "catalizzatore tra ricerca applicata, Pmi della filiera Areospace e mondo della finanza e degli investitori, cercando di superare le barriere delle asimmetrie informative e dell'assenza di informazione" . Il territorio dell'Emilia Romagna e sopratutto di Bologna, sostiene Sannini, con punte di eccellenza nella F.1, nel Racing e nella Motoristica Automotive, spaziando dal Packaging fino alla Meccanica avanzata, con risultati sorprendenti in termini di Performances & Capabilities. Unito poi ad platea di grandi famiglie industriali illuminate e dinamiche possono sicuramente essere interlocutori entusiasti con una visione per il futuro e per 'innovation&growth" . La presenza dell'ateneo più antico del mondo occidentale e le sue eccellenze possono essere un ulteriore accelleratore per essere protagonista in questa 'nuova economia dello spazio' sia con nuove aziende che nascono quindi Start-up e ASO che, quindi target per il venture capital , sia con le aziende esistenti che in qualche caso sono dei veri e propri campioni. In Autunno, conclude Sannini, ci saranno possibilità di incontro con Bologna ed il suo territorio, le sue aziende e le famiglie industriali con l'idea di cogliere insieme le opportunità di un mercato che potrà essere trainante visto "il fatturato della space economy" è schizzato sottolinea Sannini "a livello globale a 350 miliardi di dollari, di cui il 70% è trainato dai crescenti servizi dallo spazio, mentre il restante 30% è rappresentato dalla manifattura" eppure "questa consistente fetta di mercato, in costante sviluppo, è ancora poco analizzata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un bolognese nella space economy italiana: Alessandro Sannini advisor della fondazione E.Amaldi

BolognaToday è in caricamento