Economia

Clienti GD, solo trasfertisti vaccinati. Fiom: "Problema privacy del lavoratore"

Il pass vaccinale potrebbe servire anche ai trasfertisti per spostarsi dalla propria azienda a quella di clienti

Il pass vaccinale potrebbe servire anche ai trasfertisti per spostarsi dalla propria azienda a quella di clienti e fornitori. Questa la richiesta arrivata a GD, l'azienda leader mondiale nelle macchine per la produzione e confezionamento di tabacchi, con sede in via Battindarno, da alcuni partner commerciali.

Nel corso dell'incontro di ieri del comitato Covid, GD ha informato i sindacati della richiesta di alcuni clienti di ricevere nei loro stabilimento produttivi solo lavoratori completamente vaccinati. Per ora si tratta solo di una richiesta e il management si è impegnato ad aggiornare i lavoratori.

Resta la "perplessità" espressa da Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, visto che non si tratta una richiesta legata a "obblighi di legge presenti in determinati paesi, ma della richiesta di un cliente, quindi di un soggetto privato".  A detta dei sindacati, infatti, questa richiesta apre "un problema legato alla concreta tutela della privacy del lavoratore". Per questo, nel volantino postato sul profilo Facebook Fiom Gd, le tre sigle assicurano di voler approfondire la questione. (dire)

Contagi in risalita e varianti, l'assessore: "Vaccini nelle piazze e nei centri commerciali"

Bollettino: zero decessi in regione, Bologna +17 contagi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clienti GD, solo trasfertisti vaccinati. Fiom: "Problema privacy del lavoratore"

BolognaToday è in caricamento