Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Fondazza

Furti ad anziani, arrestato truffatore seriale: si spacciava per agente e colpiva vittime scelte

Le indagini della Polizia su alcune truffe ad anziani hanno portato a V.B, colpevole anche di un colpo in via Fondazza. Agiva in modo seriale con un complice ancora libero

In manette un pluri-pregiudicato per reati contro il patrimonio accusato di essere il responsabile di tutta una serie di truffe ad anziani, compresa quella avvenuta in via Fondazza a Bologna nell'ottobre 2013. L'arresto è stato effettuato in provincia di Pesaro, a Monte Porzio: l'uomo infatti si trovava nel suo territorio di residenza quando gli agenti lo hanno ammanettato per vari reati, fra cui quello di furto con destrezza, furto in abitazione, falsa qualifica di pubblico ufficiale. L'uomo esibiva infatti un finto tesserino delle forze dell'ordine per accedere agli appartamenti, sempre accompagnato da un complice e poi con la scusa di controllare che fra i beni custoditi in casa non ci fossero banconote false, fuggiva con denaro e i valori.

LA TRUFFA IN VIA FONDAZZA. E' attribuita proprio a V.B, classe 1965, la truffa ai danni di un'anziana del '29 avvenuta il 25 ottobre 2013. Il modus operandi, una tecnica già (purtroppo) ben conosciuta: spacciandosi per un Carabiniere si fa aprire la porta di casa, poi insieme al complice (anche lui presentato come un agente), chiede alla proprietaria di mostrare loro tutte le banconote che ha in casa, per controllare che non ci siano dei falsi. Dopo poco riesce a fuggire con in tasca 1.100 euro in contanti e un beauty pieno di gioielli (per il valore di qualche migliaio di euro). Alcuni elementi confermerebbero che le vittime non venivano scelte a caso, ma osservate e pedinate prima del colpo.

DA UN FRAMMENTO DI IMPRONTA SI E' ARRIVATI A LUI. Grazie alla tempestività dell'allarme, dato dall'anziana signora pochi minuti dopo la fuga dei malviventi, la Polizia Scientifica si è precipitata sul luogo ed è riuscita a individuare il frammento di un'impronta digitale lasciata da V.B sulla superficie di un taccuino: "Tutti elementi che abbiamo raccolto - spiega Davide Corazzini dirigente terza sezione Squadra Mobile - e abbiamo messo insieme alle riprese delle auto transitate in zona in quel frangente e ad altri dettagli utili, arrivando alla fine ad arrestare uno dei due colpevoli. Le indagini stanno andando avanti ed è utile che la foto del truffatore venga diffusa per approfondire ulteriormente".

ALTRI ARRESTI: LE INDAGINI NON SI FERMANO. Già lo scorso 14 maggio la Polizia di Bologna aveva arrestato tre individui che tentavano di introdursi negli appartamenti di due stabili (via Zampieri a Casalecchio di Reno e via Nino Bixio Scota) con l'obiettivo di truffare i condomini anziani con la scusa di controllare eventuali fughe di gas. Un copione già noto alle forze dell'ordine dopo tutti i casi degli ultimi mesi: via Calzolari e via Todaro, via dell'Arcoveggio, tre colpi in via Vicenza, via Pasquali e via Crocioni, ma solo per ricordarne alcuni avvenuti negli ultimi tempi. I casi, purtroppo, sono moltissimi e, come sottolinea dalla Questura Pietro Morelli (capo della Squadra Mobile) le indagini non si fermano e "La caccia al complice è aperta".

Truffatori seriali di anziani, tre uomini in

 

Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/arrestati-ladri-seriali-truffe-anziani.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti ad anziani, arrestato truffatore seriale: si spacciava per agente e colpiva vittime scelte

BolognaToday è in caricamento