Stelle cadenti e pianeti, perchè queste serate sono magiche: "Perseidi e via Lattea, una vista mozzafiato"

L'astrofisico di INAF Sandro Bardelli spiega cosa accade sopra le nostre teste in queste serate estive: stelle cadenti e pianeti visibili non solo a San Lorenzo. I consigli: "Guardare il cielo dopo la mezzanotte"

Questo è proprio il periodo di tante "cose belle in cielo" come dice Sandro Bardelli di INAF-Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna che spiega con semplicità di cosa parliamo quando parliamo di stelle cadenti: "Le Perseidi, comunemente chiamate 'stelle cadenti' sono in realtà dei pezzi di cometa (Swift-Tuttle) lasciati durante i suoi  passaggi. Una cometa è fatta di ghiaccio e roccia, quando si avvicina al Sole, il ghiaccio diventa vapore e si trascina pezzi di roccia. Poi, quando la Terra incontra la scia, questi cadono e le grandi velocità (siamo oltre i 100.000 km orari) li riscalda e li vediamo come una scia luminosa". 

Come osservare le Perseidi

Come osservarle? "Prendere una sedia comoda, una sdraio o un lettino da mare (per vedere più comodamente tutta la volta celeste) e attendere con pazienza. Il picco sarà fra mercoledì 12 e giovedì 13 agosto, ma se ne possono vedere sia prima che dopo queste date. L'orario migliore per vederne di più è dopo la mezzanotte". 

Naso all'insù che ci sono i giganti tra le stelle 

Giganti del cielo in queste serate agostane: chi sono? "Sì, ci sono i giganti in cielo. Osservando bene si possono già vedere delle stelle (che poi stelle non sono): sono Giove e Saturno e se puntiamo un binocolo verso l'oggetto più brillante del firmamento (Giove) vedremo i quattro satelliti scoperti da Galileo (Io, Europa, Ganimede e Callisto). Europa probabilmente è una luna di ghiaccio che nel profondo ospita un  oceano di acqua liquida. Per vedere gli anelli di saturno c'è bisogno di un binocolo potente o di un piccolo telescopio".

A destra dei due pianeti abbiamo una stella luminosa (Antares) che è un un altro gigante tra le stelle, grande ben 800 volte il Sole, ma molto distante. Tra i due pianeti e Antares c'è la costellazione del Sagittario con il centro della nostra galassia e il buco nero centrale (4 milioni di volte il Sole come massa). Sopra la nostra testa una stella luminosa (Vega), una costellazone a forma di croce (Croce del Nord o Cigno) e più a Sud una stella (Altair). Se siamo in una zona abbastanza scura la visione della Via Lattea sarà mozzafiato in questi giorni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Screen Shot 2020-08-10 at 16.49.21-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Covid, 3 studenti positivi a Castello D’Argile e a Bologna: coinvolte 49 persone

  • Focolaio a Longara, in 2 giorni 2.042 tamponi. Il sindaco Falzone: "Una bella risposta, così va attaccato il virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento