rotate-mobile

Tram, presentata la nuova linea rossa. (E c'è già la data di fine lavori) | VIDEO

Insieme al sindaco Lepore, il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini a dettagliare il progetto: "Bologna è un modello da seguire"

Comune di Bologna e Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili insieme per presentare la nuova linea rossa del tram di Bologna. Il sindaco Matteo Lepore e il ministro Enrico Giovannini, insieme all'assessora alla Nuova mobilità del Comune di Bologna Valentina Orioli, hanno infatti reso ufficiale la sottoscrizione del contratto per la realizzazione della linea rossa del tram, la quale collegherà Borgo Panigale alla Fiera per giungere fino alla Facoltà di Agraria. La progettazione esecutiva e l'esecuzione dei lavori per la realizzazione della prima linea tranviaria di Bologna sarà affidata ad un gruppo di imprese, il cui capogruppo è la società cooperativa C.M.B., rappresentata in conferenza stampa dal vicepresidente Roberto Davoli. 

Un ulteriore passo in avanti nella mobilità sostenibile per la città di Bologna, che il ministro Giovannini ha definito "un modello da seguire per le altre città italiane". I lavori per la linea rossa del tram inizieranno all'inizio del 2023 e l'opera, per rispettare i parametri imposti dal PNRR, dovrà essere in funzione per il 2026. 

Tratta Borgo Panigale-Fiera, ecco come sarà la Linea Rossa del tram 

Tram Bologna linea rossa:  scavi archeologici preliminari 

Linea rossa tram, le parole di Lepore

"Un'opera da 500 milioni di euro complessivi - ha dichiarato a margine della conferenza stampa il sindaco Lepore - di cui 320 dedicati a questo contratto. Entro dicembre avremo il progetto esecutivo del tram da discutere con la cittadinanza per poi partire con i lavori all'inizio del 2023. Bologna sta andando avanti, sta costruendo le infrastrutture e ci assumiamo la responsabilità di migliorare il trasporto pubblico di questa città. Dal Passante al trasporto pubblico e al sistema ferroviario metropolitano faremo investimenti per oltre 4 miliardi di euro. La proposta che abbiamo discusso con il ministro è quella di fondi per evitare che le spese per i cantieri, che rappresenteranno un disagio per la città, non ricadano sulle fasce più deboli e sulle aziende. Occorre una grande manovra nazionale dedicata al trasporto pubblico. Ci aspettiamo che il prossimo Governo istituisca un fondo per il trasporto pubblico cittadino che, per me, potrebbe ammontare ad un miliardo di euro". 

"Nuovo esecutivo? Mi auguro che il nuovo Governo non blocchi le opere. Abbiamo una recessione alle porte: è possibile che quindi calino i costi delle materie prime. Ma non illudiamoci, quelli prossimi saranno un autunno ed un inverno difficilissimi. In questo quadro, è necessario che il Governo porti avanti gli investimenti già pianificati".

Le altre linee 

Linea verde  

Linea blu 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Tram, presentata la nuova linea rossa. (E c'è già la data di fine lavori) | VIDEO

BolognaToday è in caricamento