Giovedì, 28 Ottobre 2021
Elezioni Bologna 2021 Castenaso

Elezioni, Sermenghi: "Non votiamo più il meno peggio, ma il migliore. Il risultato non è scontato"

Il candidato sindaco di BFC Stefano Sermenghi: "Anche fare il sindaco è un lavoro e bisogna saperlo fare. Io ho esperienza e competenza con i miei due mandati a Castenaso. Sarò il sindaco della porta accanto"

Stefano Sermenghi è il candidato sindaco alle prossime comunali con Bologna Forum Civico (BFC), la forza civica che si posiziona in "quell'ampio spazio che sta in mezzo ai due poli, centrosinistra (Lepore) e centrodestra (Battistini)". Già sindaco di Castenaso per due mandati, Sermenghi traccia le linee della sua campagna elettorale, il cui risultato: "Non è scontato considerando anche tutti coloro che 5 anni fa non hanno votato e che stavolta possono scegliere il loro sondaco ideale piuttosto che accontentarsi di eleggere il meno peggio". 

Che sindaco sarebbe Stefano Sermenghi per Bologna? 

"Sarei il sindaco della porta accanto. Avere alle spalle il 'modello Sermenghi' e un'esperienza da sindaco garantisce la buona riuscita replicando le cose buone già sperimentate e riuscite". 

Quali sono le sue parole chiave? 

"Sicurezza, inclusione e la valorizzazione economica. Ecco, questi sono i tre pilastri della mia campagna elettorale".

Partiamo dalla sicurezza, che resta uno dei temi più cari ai cittadini. Nei giorni scorsi ha mosso delle critiche nei confronti di un candidato che ha parlato di assessorato dedicato. Cosa metterebbe in campo lei invece? 

"Intanto a Bologna la sicurezza è una ferita aperta ed è necessario che ci sia una guida sicura che porti delle risposte concrete invece che moltiplicare ulteriori poltrone ‘non ben definite’ e che fra l'altro abbiamo già avuto. Il 'modello Sermenghi' dimostra che è il sindaco il security manager della città. Parlare di sicurezza delegando ad altri uno dei problemi principali della città è la chiave sicura per il fallimento. Le forze dell'ordine devono fare il loro lavoro e vanno coinvolte Prefettura e Questura, ma proprio come accade a Castenaso (sono 300 i volontari che controllano le strade) è possibile formare e selezionare degli assistenti civici che sappiano cosa fare senza intevenire direttamente". 

Parliamo di ronde? 

"Parliamo di un coinvolgimento della società civile e di persone formate e scelte, come sottolineavo poco fa, che osservano e segnalano alle forze dell'ordine (considerando la differenza tra Polizia Locale e Carabinieri/Polizia). Le ronde sono invece più attività autonome e spontanee che rischiano il fuori controllo". 

Fra i temi più caldi e sentiti di queste elezioni quelli dei trasporti e delle infreastrutture. Stiamo parlando principalmente di passante e progetto del tram, progetti sui  quali BFC si è già espressa diverse volte, avvalendosi anche della consulenza di tecnici... 

"Sarò molto schematico visto che su questi temi abbiamo illustrato in diverse occasioni i risultati dei nostri studi e il parere dei nostri esperti (qui tutti i dettagli). Nel prossimo mandato potremo contare su fondi che arrivano dall'Europa che andranno investiti al meglio, sganciandoci dai singoli progetti e concentrandoci su una visione di 'Bologna Città Metropolitana', piuttosto che di 'Bologna Città' (argomento ahimè un po' poco considerato nel dibattito politico). La nostra città sta al centro della penisola e bisogna avere il coraggio di reinterpretarla e di trasformare le periferie in zone accoglienti (abbattendo e ricostruendo) oltre che considerando il problema traffico in maniera duplice: la viabilità di attraversamento e quella locale. Nella mia visione il primo va interrato e il secondo in superficie. Sostengo il passante Sud e sul tram penso e pensiamo che sia un mezzo imposto per portare la gente in centro, quando le persone devono poter usare i mezzi pubblici per andare dove vogliono andare". 

Sermenghi: "No al passante, rinuncio all'eredità di Merola" VIDEO 

Secondo lei il risultato di queste elezioni è scontato?  

"Credo proprio di no perchè visto anche che negli ultimi giorni stanno avvenendo tante cose. Noi di BFC ci siamo perchè abbiamo visto quanto i due poli principali fossero lontani l'uno dall'altro lasciando un grande spazio nel mezzo. Vediamo un centrodestra che fa una lunga rincorsa senza un candidato unificante, misurando chi è più a destra. In un panorama così penso che il risultato non sia affatto scontato. Ricordiamoci che sono tanti a non aver votato 5 anni fa e tanti non voterebbero senza di noi. Stavolta non si vota il meno peggio, ma il migliore". 

Chi è Stefano Sermenghi

Nato a Bologna il 13 febbraio 1972, nonno partigiano, padre e madre entrambi di Castenaso. I genitori, lavoratori e figli di contadini, infondono nel loro figlio e nel fratello minore Andrea un grande amore per la propria terra ed un grande senso del dovere. È coniugato.

Dopo l'asilo delle suore e le scuole dell'obbligo a Castenaso si iscrive al Liceo Classico Minghetti di Bologna poi all'Università scegliendo la facoltà di Giurisprudenza. Nel corso di questi anni pratica diversi sport sempre nel suo Comune, dal calcio, all'atletica, dal tennis al Judo, dove grazie a straordinari maestri ed amici, raggiunge la cintura nera e poi consegue anche la qualifica di allenatore, cimentandosi per qualche anno nell'insegnamento ai più giovani.

Durante gli ultimi anni di studio, vince il concorso per diventare Agente di Polizia Municipale presso il Comune di Bologna. Questa è una delle esperienze più formative e costruttive che vive in quegli anni e che si porterà dietro per sempre, ma dopo essere diventato motociclista e poi ispettore deve scegliere se rimanere in polizia municipale o fare l'avvocato.

Poiché la scelta era obbligata, oggi Stefano Sermenghi esercita la professione di avvocato in un proprio studio con due collaboratrici di pregio che gli consentono di dedicarsi con passione ed amore al servizio del proprio Comune, dapprima come presidente della Consulta Giovanile, poi come Consigliere Comunale e poi negli ultimi cinque anni come Assessore alle attività produttive ed ai lavori pubblici. Sermenghi è stato sindaco per 10 anni nel comune di Castenaso ed è riconosciuto sul territorio per il Modello Sermenghi.

Elezioni, la corsa di Carella al Quartiere Santo Stefano 

Festa dell'Unità: Letta a Bologna 

Matteo Lepore inaugura il Comitato Elettorale - VIDEO 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Sermenghi: "Non votiamo più il meno peggio, ma il migliore. Il risultato non è scontato"

BolognaToday è in caricamento