rotate-mobile
Cronaca

Alluvione Fontanelice, Bignami: "Intervento complicato", i sindaci: "Roma lo scopre solo ora?"

Il video appello di alcuni residenti della piccola frazione interrotta da una vasta frana continua a far discutere Stato ed Enti locali. Anche Salvini promette di interessarsi alla questione. "In tre mesi nemmeno un incontro, ma ora che il video è virale..."

Per 'liberare' Fontanelice dalla frana sulla Sp33 "si sta studiando un progetto di viabilità alternativa". Nel frattempo, "si sta utilizzando un altro percorso" che però "presenta elevate pendenze e comporta tempi di percorrenza molto più lunghi, con conseguenti disagi agli abitanti della zona". Il problema insomma "non è di risorse economiche", perchè "i soldi ci sono, come ha detto il commissario Figliuolo".

Il tema è "di complessità e fattibilità dell'opera". A dirlo è il viceministro alle Infrastrutture, Galeazzo Bignami, che risponde a sua volta all'appello lanciato dai cittadini del Comune imolese. Bignami assicura l'interesse del Governo. "L'intervento è inserito tra i prioritari da eseguire e confidiamo sia realizzato prima del peggioramento della stagione", afferma il viceministro. Lo stesso Bignami spiega di essere stato più volte a Fontanelice per dei sopralluoghi, già all'indomani dell'alluvione del maggio scorso e anche "su richiesta di alcuni degli amici del video" che è diventato virale in questi giorni. "Purtroppo la strada è interessata in più punti da una frana che risulta ancora instabile- spiega il viceministro- anche se ieri parlando con alcuni degli amici del video i loro tecnici pensano si sia stabilizzata e questo sarebbe importante. Comprendiamo tutti che questo infatti è dirimente: se la frana è ferma, si può intervenire. Diversamente si rischia di dover rifare tutto daccapo".

La Sp33 ancora chiusa dopo l'alluvione. Video denuncia dei cittadini scuote le istituzioni

La replica dei sindaci: "Roma ha aperto gli occhi solo adesso?"

Ma i sindaci della Valle del Santerno, Beatrice Poli di Casalfiumanese, Mauro Ghini di Borgo Tossignano e Gabriele Meluzzi proprio di Fontanelice, vanno all'attacco. "La situazione è nota da tempo, così come il disagio dei cittadini- affermano- i problemi non riguardano solo la Sp33, ma tante altre strade provinciali e comunali che sono state aperte grazie all'impegno dei sindaci e dei Comuni"

"Oggi, a seguito di un video diventato virale, il viceministro Bignami si sente chiamato in causa. Avrà forse la coda di paglia? A seguito di un video diventato virale, e non dopo un confronto con i sindaci del territorio, mai incontrati in questi tre mesi, Bignami ritiene di intervenire. È così che funzionano le Istituzioni? Oggi il viceministro afferma che il tema non è avere i soldi, ma la complessità dell'opera. Proprio lui che con altri rappresentati del Governo ha manifestato dubbi sulle priorità segnalate dai sindaci e dai territori oggi parla di complessità? Se davvero il tema non è avere i soldi, come mai i soldi però non arrivano? E se davvero il tema è la complessità dell'opera come mai non lo ha spiegato prima ai cittadini invece di fare qualche passerella?".

Allo stesso modo, attaccano i sindaci del Santerno, il ministro Matteo Salvini a seguito del video oggi "si sente coinvolto, scopre l'esistenza della valle e di 'Fontanafelice' (l'errore è nel post di Salvini, ndr), si prende a cuore le sorti della Sp33 e dei suoi problemi. In questi tre mesi il suo viceministro Bignami, a suo dire così solerte, non hai mai parlato della zona e posto il problema della provinciale al suo ministro di riferimento? È così che funziona il ministero delle Infrastrutture in Italia?". I tre sindaci del Santerno si augurano quindi "che le ragioni dei sindaci e le ragioni dei cittadini colpiti dagli eventi calamitosi di maggio vengano affrontante in futuro con maggiore serietà. Gli interventi estemporanei sui social network servono a poco. La polemica politica sull'emergenza e la campagna elettorale permanente sulla pelle delle persone non fa onore alle Istituzioni. Sui territori ci siamo noi, fisicamente non virtualmente, e chiediamo risposte chiare, risorse, impegno, serietà". 

Salvini: "Problema è lo svuotamento dei fondi alle province"

Come menzionato dai sidaci dei territori colpiti dellìimolese, anche il ministro dei Trasporti Matteo Salvini si era espresso in merito. "Questa situazione è purtroppo frutto anche della riforma delle Province, ormai svuotate di fondi e competenze nonostante ci sia la necessità di un efficiente controllo del territorio: riabilitarne le funzioni è uno degli obiettivi del nostro governo. Un sincero abbraccio alla comunità e ai lavoratori del territorio. Le istituzioni dovranno dimostrare, con i fatti, che nessuno verrà lasciato indietro".

La Città metropolitana: "Problema di risorse, non di capacità tecniche"

Nella giornata di domenica anche la Città metropolitana fa sapere la sua. "Apprendiamo dalle agenzie di stampa -si legge in una nota- della disponibilità di Anas e del Ministro Salvini a supportare l’intervento sulla SP 33 di Fontanelice oggetto del video virale realizzato da un gruppo di cittadini. Prenderemo contatto con il Commissario Figliuolo per coordinarci al meglio e capire come questa disponibilità possa tradursi in atti concreti. Al momento mancano le risorse, non capacità tecnica di realizzare gli interventi. Ci auguriamo quindi che Anas sia dotata delle risorse necessarie per affrontare questo intervento prioritario.

A Fontanelice riapre la “Casolana”, ma il territorio frana ancora

Enrico Rivola morto nel sonno mentre il suo casolare veniva travolto

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione Fontanelice, Bignami: "Intervento complicato", i sindaci: "Roma lo scopre solo ora?"

BolognaToday è in caricamento