rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024

Zuppi: "Gli studenti vengono a mangiare alla Caritas. Necessario garantire diritto alla loro formazione" | FOTO e VIDEO

L'Arcivescovo di Bologna ha parlato a margine dell'inaugurazione del nuovo studentato Camplus: ad attenderlo gli attivisti del collettivo Luna, in protesta contro il caro affitti

È un quadro preoccupante quello che emerge dalle parole dell’Arcivescovo di Bologna, il cardinale Matteo Zuppi. Presente all’inaugurazione del nuovo studentato Camplus di via Valverde, in zona San Mamolo, il prelato è stato accolto da alcuni studenti del collettivo Luna in protesta contro l’incessante caro affitti che da anni affligge la città di Bologna. Con Zuppi era presente anche la ministra dell’Università e della ricerca Anna Maria Bernini, contestata dai manifestanti.

“È necessario rispondere alla domanda e garantire il diritto allo studio e alla formazione di tutti. È un momento per ripensare a nuove soluzioni, ormai necessarie. Soprattutto, lo sforzo va indirizzato alle persone maggiormente in difficoltà” ha detto Zuppi a margine dell’evento. “Dalla Caritas – continua il cardinale – mi hanno anche detto che alcuni studenti ormai vanno a mangiare alla loro mensa. È nostro dovere garantirgli una maggiore tranquillità per permettergli di studiare in serenità”.

Proteste all'inaugurazione del nuovo Camplus

Il nuovo Camplus

Camplus ha quindi inaugurato, oggi, il sesto studentato in città. Lo stabile, originariamente di proprietà della Chiesa, sorge in via Valverde, in zona San Mamolo. Le stanze, più di cinquanta, si dividono in doppie in appartamento condiviso, camere doppie con bagno privato e cucina in comune, singole in appartamento condiviso e singole con bagno privato e cucina comunitaria e, in tutto, potranno ospitare 78 inquilini. Il loro prezzo varia dai 600€ agli 800€ mensili. La struttura prevede sedici posti per beneficiari di borsa di studio ERGO e altri ventuno per beneficiari di borsa di studio Camplus: per loro, il costo dei posti letto va da 250€ a 350€.

Video popolari

BolognaToday è in caricamento