La letteratura non si arrende alla crisi: crowfunding autogestito

Bologna in Lettere Festival Multimediale di Letteratura Contemporanea, Terza edizione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

E dopo le varie piattaforme di crowfunding e raccolta dal Basso, il Comitato Bologna in Lettere mette in azione il crowfunding autogestito.

29/03/2015 - Per il festival di Letteratura multimediale contemporanea che si terrà gli ultimi tre fine settimana di maggio, il Comitato Bologna in Lettere -B.I.L. ha deciso di combattere la crisi e la mancanza di fondi dalle istituzioni, costituendo un crowfunding autogestito.

Altro non è che una vera e propria raccolta fondi per coprire parzialmente i costi vivi e di gestione di "Bologna in Lettere", attraverso la quale, per ogni versamento di almeno 10 euro, il sottoscrittore riceverà in omaggio, direttamente a casa, un libriccino, una plaquette "inedita" realizzata per l'occasione da uno dei componenti del Comitato.

Dalle parole di Enzo Campi, il direttore artistico del festival: "I tempi sono quelli che sono. La crisi impera, come ben sappiamo, e raramente le iniziative culturali incontrano il sostegno e il beneplacito di istituzioni e sponsor. "Bologna in Lettere", al di là di Patrocini non onerosi, rientra nella categoria dei progetti non sovvenzionati. La situazione è questa. Niente di più, niente di meno. Ma il festival si farà ugualmente. E anzi crescerà in quantità e qualità. E' questo l'obiettivo che ci siamo prefissati. Per far sì che ciò accada -oltre al volontariato a all'autotassazione dello staff, che crede fortemente nel progetto proposto- siamo qui a chiedervi un piccolo contributo, una piccola sottoscrizione rivolta a coprire, parzialmente, le spese di gestione. Si tratta, se vogliamo, di una specie di crowdfunding autogestito. Perché la nostra non è una richiesta di soldi fine a se stessa -non chiediamo l'elemosina- ma un'offerta per un bene comune per il quale, inoltre, offriamo qualcosa in cambio. Per ogni versamento di almeno 10 euro, il sottoscrittore riceverà in omaggio un libriccino, una plaquette "inedita" realizzata per l'occasione da uno dei componenti dello staff.

Dieci euro non cambiano la vita a nessuno, tuttavia danno a noi la possibilità di garantire un Festival di grande qualità" Enzo Campi, direttore artistico Bologna in Lettere.

Per chi volesse partecipare alla raccolta, dando così una possibilità in più alla letteratura, può effettuare una sottoscrizione tramite bonifico: IBAN IT09D0200802404000103539948
A bonifico avvenuto inviare una email a bilsottoscrizioni@gmail.com, specificando l'importo versato (per chi versa almeno dieci euro) il nome, cognome e indirizzo completo di CAP per ricevere a casa il libro. Grazie!"
Comitato Bologna in Lettere - B.I.L.".

I più letti
Torna su
BolognaToday è in caricamento