rotate-mobile
social

Accadde oggi nel 1974, la ricetta del ripieno dei tortellini depositata alla Camera di Commercio

"Un composto di carni di maiale (lombo, prosciutto, mortadella) mescolate con parmigiano reggiano, uovo e noci moscate che deve riposare almeno 24 ore prima di essere utilizzato"

Il 7 dicembre 1974 veniva depositata alla Camera di commercio la ricetta del ripieno del "vero tortellino di Bologna". A "fissare" gli ingredienti dei tradizionali “umbilichi sacri” furono la Dotta Confraternita del Tortellino e l'Accademia Italiana della Cucina. 

"Un composto di carni di maiale (lombo, prosciutto, mortadella) mescolate con parmigiano reggiano, uovo e noci moscate che deve riposare almeno 24 ore prima di essere utilizzato". 

Il 19 febbraio 2008 verrà depositata anche la ricetta riguardante la sfoglia, la consistenza e la forma dei tortellini: ognuno di essi dovrà pesare circa cinque grammi, con il ripieno adagiato su un piccolo quadrato di 4-4,5 cm.

La ricetta depositata

per circa 1000 tortellini

  • pasta fresca gialla preparata con 3 uova e 3 etti di farina

per il ripieno

  • 300 g lombo di maiale rosolato al burro
  • 300 g prosciutto crudo
  • 300 g vera mortadella di Bologna
  • 450 g formaggio Parmigiano Reggiano
  • 3 uova di gallina
  • odore di noce moscata

per il brodo

  • 1 kg di carne di manzo (doppione)
  • ½ gallina ruspante
  • sedano
  • carota
  • cipolla
  • sale

Preparazione: Deve essere molto accurata. Il lombo va tenuto in riposo per 2 giorni con sopra un battuto composto di sale, pepe, rosmarino ed aglio, quindi va cotto a fuoco lento con un po’ di burro e poi va tolto dal tegame e ripulito del suo battuto. Infine, possibilmente col battilardo, si trita molto finemente il lombo, il prosciutto e la mortadella, si impasta il tutto con parmigiano e uova, aggiungendo l’odore della noce moscata. L’impasto si deve mescolare a lungpergamena_ricetta-ufficiale_page-0001-2o fintanto che risulti ben amalgamato e deve essere lasciato riposare 24 ore, prima di riempire i tortellini.

Naturalmente la bontà del ripieno dipende dalla qualità delle materie prime impiegate. Per gustare un buon tortellino è indispensabile disporre di un ottimo brodo. (Fonte: Dotta Confraternita del Tortellino)

Tortellini: Bologna batte Modena, la disfida in scena sotto le Torri

I tortellini e il merletto ad ago ottengono il marchio per la valorizzazione di prodotti e attività tradizionali 

Tortellini: i migliori laboratori di Bologna e provincia secondo il Gambero Rosso

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accadde oggi nel 1974, la ricetta del ripieno dei tortellini depositata alla Camera di Commercio

BolognaToday è in caricamento