Coronavirus, l'appello della cultura: "Non disdite abbonamenti"

L'assessore Matteo Lepore: "Può essere un piccolo segnale, che magari non tutti possono permettersi e non è obbligatorio. Ma se qualcuno ha voglia di tendere la mano agli operatori culturali, è il momento"

Chi ama la cultura, mandi un segnale di sostegno in questa fase così critica causata dal coronavirus: non disdica gli abbonamenti. E' l'invito firmato dall'assessore alla Cultura del Comune di Bologna, Matteo Lepore, che ieri ha affrontato il tema in commissione: "Può essere un piccolo segnale, che magari non tutti possono permettersi e non è obbligatorio. Ma se qualcuno ha voglia di tendere la mano agli operatori culturali, è il momento".

Il decreto del Governo "dice che tutti hanno diritto al rimborso dei biglietti - continua l'assessore - ma penso ci sia una parte della popolazione che oggi può donare agli altri": se si è abbonati per esempio ad un teatro, "è il momento di dimostrare che si ama davvero la cultura".

Lepore, inoltre, segnala che continua ad incassare firme l'appello lanciato nei giorni scorsi insieme agli assessori alla Cultura di altre nove grandi città italiane, per chiedere al Governo di dichiarare lo stato di crisi del settore e mettere in campo misure di sostegno specifiche: "Abbiamo già raccolto oltre 1.500 adesioni fra operatori culturali, intellettuali, artisti e tanti altri nostri colleghi di Comuni piccoli e medi sparsi in tutto il Paese". I contenuti di quel documento "hanno già trovato segnali di risposta importanti nel Cura Italia e nelle dichiarazioni di alcuni ministri", aggiunge l'assessore ma dopo l'emergenza bisognerà affrontare anche le "carenze strutturali" che già prima caratterizzavano il comparto culturale. Al momento tra i lavoratori dello spettacolo "a risentire maggiormente della crisi è il comparto degli scritturati artistici e tecnici", spiega Claudio Longhi, direttore della Fondazione Emilia-Romagna teatro (Ert).

I dipendenti della Fondazione Ert "attualmente sono tutti tutelati - continua Longhi - nel senso che non abbiamo fatto ricorso alla cassa integrazione". Su 43 dipendenti a Bologna, 21 impiegati sono in smart working e 11 tecnici in ferie o permesso.

"Chi soffre di più sono le maschere", segnala Longhi, perché sono senza paga e quindi si sta lavorando verificare la possibilità di accesso alla cassa in deroga". Poi c'è il nodo date annullate: "Bisognerà capire come smaltire la congestione che si creerà tra la volontà di recuperare e quella di dare spazio alla nuova programmazione", conclude Longhi.

Su ferie e permessi il Teatro comunale sta lavorando già dal 6 marzo, riferisce il direttore del personale, Maurizio Boschini, sottolineando che l'obiettivo è "mantenere le buste paga ai migliori livelli possibili" per i dipendenti a tempo indeterminato e determinato: è in corso uno "studio sui conti" per capire come utilizzare il Cura Italia. Ci sono circa 15 amministrativi in smart working e cresceranno, "ma chiaramente non possono farlo le masse artistiche", continua Boschini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre per gli intermittenti (dalle maschere ai costumisti) "stiamo cercando di capire l'ammortizzatore giusto", riferisce il manager che, poi, sollecita un intervento normativo per estendere la possibilità di donare le ferie a chi ne ha meno (la pensa così anche l'assessore al Lavoro, Marco Lombardo): oggi si può fare solo verso genitori con figli che hanno problemi di salute, ma allargare "darebbe un po' di respiro in più". Infine, la programmazione: finora il Teatro ha ricalendarizzato gli spettacoli nella stagione in corso (che per il Comunale si basa sull'anno solare), ma "da adesso in poi è molto più facile che si passi alla successiva", spiega Boschini. (Dire)

Coronavirus, aggiornamento della Regione: 5.214 i casi positivi (+689), 5 morti nel bolognese

Coronavirus, farmaci senza ricetta: l'Emilia-Romagna prima in Italia

Coronavirus e norme anti-contagio, controllati dai carabinieri in 7600: 450 denunce

Affitto gratis a infermiere Covid-19: "Volevo essere utile, ora Bologna mostri di che pasta è fatta"

Coronavirus, Venturi: "Un ventilatore polmonare per più pazienti, una bella notizia che ci riempie di orgoglio"

Coronavirus, Venturi sbotta: "Centinaia di morti e ancora si lamentano per la corsetta" | VIDEO

Coronavirus, in zona rossa a Medicina: check-point e aiuti ai cittadini | VIDEO

Coronavirus, nuova ordinanza: parchi chiusi, bici e passeggiate solo vicino casa

VIDEO| Il direttore malattie infettive: "Se non state in casa, la sanità va in ginocchio"

Coronavirus, mappa interattiva: casi, incidenza per provincia, terapia intensiva

Coronavirus, Appennino: gestire l’ansia, pillole di psicologia online per superare l’emergenza

"Voi studenti il 'cigno nero' di questo Coronavirus", il toccante messaggio dall'Ufficio scolastico regionale

Coronavirus, cambia l'autocertificazione per uscire: il nuovo modulo

Coronavirus, il presidente Bonaccini: "State a casa o sarà davvero una tragedia"

Coronavirus, decine di denunce: partite a briscola, calcetto, 'giretti' e scuse per spostarsi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio Elettra Lamborghini: tutti i dettagli della cerimonia a poche ore dal 'si'

  • Matrimonio da favola per Elettra Lamborghini: gli abiti da sposa, la torta e i fuochi d'artificio / LE FOTO

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • I Portici di Bologna sui barattoli di Nutella

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento