Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Covid, Donini in diretta dalla Regione: "Ospedali sotto controllo"

Contagi in crescita in Emilia-Romagna. L'assessore regionale alla sanità Raffaele Donini ha fatto il punto tornando in diretta per un giorno dalla sede di viale Aldo Moro: "Tra il senso di panico e l'indifferenza c'è un'ampia terra di mezzo, c'è il senso di responsabilità e il senso civico"

Trend di contagi in crescita in Emilia-Romagna. Oggi, 9 ottobre, l'assessore regionale alla sanità Raffaele Donini ha fatto il punto tornando in diretta dalla sede di viale Aldo Moro: "Tra il senso di panico e l'indifferenza c'è un'ampia terra di mezzo, c'è il senso di responsabilità e il senso civico". 

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 36.914 casi di positività, e nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 276 nuovi casi in più rispetto a ieri (29 nella provincia di Bologna), di cui 126 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Purtroppo, si registra un nuovo decesso in provincia di Ferrara. Il numero totale sale dunque a 4.493.

Bollettino Covid E-R: +276 nuovi casi (29 a Bologna). Indice contagiosità sotto la media nazionale

"La quasi totalità dei positivi si trova al proprio domicilio o nelle strutture alberghiere che reperiamo". Negli ospedali sono ricoverate 226 persone, 14 in terapia intensiva per covid, quindi, sottolinea Donini "la situazione è sotto controllo". 

I focolai emiliani-romagnoli sono perlopiù di "tipo familiare, qualche caso si registra nelle realtà produttive, ma non in un settore particolare come accadde per la logistica e la lavorazione delle carni, poi ci sono i rientri dall'estero e le case di residenza anziani, riscontrati attraverso lo screening - sottolinea l'assessore "il fatto che il 50% dei positivi sia già isolato al momento della scoperta, ci fa dire che continuiamo a essere tempestivi nell'individuare, spegnere e circoscrivere i focolai". 

I casi nelle scuole dell'Emilia-Romagna "sono in totale 460, 400 tra studenti delle superiori e dell'università e 60 lavoratori della scuola". 

Scuola, altri 8 positivi al covid nel bolognese

Le azioni in campo 

La convivenza con il virus "sussisterà fino a quando non verrà scoperto il vaccino" ha sottolineato Donini "la nostra capacità di testare tamponi, una media di 10mila al giorno e sopra i 65mila alla settimana, nel mese di marzo si raggiungevano meno di 3mila tamponi al giorno, oggi abbiamo le armi per arrivare tempestivamente a individuare e circoscrivere i focolai, i test sierologici oggi sono quasi 3mila al giorno, incrementeremo la potenzialità dei test e del contact tracing, continueremo con le cure a domicilio appropriate e tempestive, siamo sempre sul territorio con le Usca - Unità Speciali di Continuità Assistenziali". 

Con "orgoglio" Donini conferma che la Regione continuerà a sostenere i "progetti di ricerca, che nei mesi scorsi ha cambiato la consapevolezza della comunità scientifica sul coronavirus, in Emilia-Romagna sono stati scoperti gli indicatori i sintomi del covid, come la perdita di gusto e olfatto, ed è stata sperimentata l'eparina ..."

"Tra il senso di panico e l'indifferenza c'è un'ampia terra di mezzo, c'è il senso di responsabilità e il senso civico". 

"Questo è quello che possiamo fare noi come sanità pubblica - sottolinea Donini che ha ringraziato tutti gli operatori sanitari e i farmacisti, poi - tutti insieme dobbiamo tenere un comportamento responsabile, come nei periodi di maggior acutezza dell'epidemia, rispettando gli obblighi per ridurre contagio e diffusione. Non esiste in un mondo ripartito il rischio 0 - incalza l'assessore - ma esiste la possibilità di limitare anche questo picco, indossando la mascherina e rispettando il distanziamento, anche a scuola, si può avere un comportamento anche più prudente delle regole imposte. Tra il senso di panico e l'indifferenza c'è un'ampia terra di mezzo, c'è il senso di responsabilità e il senso civico". 

Tre tappe a ottobre 

Donini ha poi ricordato le tre tappe del mese di ottobre: 

12 ottobre: vaccino antinfluenzale 

Il vaccino anti-influenza è raccomandato agli over 60, alle donne in gravidanza e post-parto, agli adulti e bambini con patologie croniche, ai medici e al persona sanitario, a forze del'ordine e volontari, donatori di sangue e personale degli allevamenti e della macellazione.

Test pungidito, gratis in farmacia: come funziona | VIDEO 

19 ottobre, test sierologico rapido gratuito per la popolazione scolastica

In accordo con le associazioni delle farmacie, Federfarma, Assofarma e Farmacie Unite si penserà alla popolazione scolastica: studenti da 0 a 18 anni e genitori, con un'autocertificazione (escluso i minori che dovranno avere l'autorizzazione), potranno recarsi in farmacia per effettuare il test sierologico rapido gratuito. Lo stesso vale per gli studenti universitari residenti o con domicilio sanitario in Emilia-Romagna.

Vaccino anti-influenzale, farmacie: "Richieste in aumento, già lunghe liste di prenotazioni" 

26 ottobre, test naso-faringei rapidi in farmacia

A disposizione 2 milioni di test naso-faringei che in pochi minuti rivelano la positività all'antigene con l'obiettivo di potenziare ulteriormente la capacità di screening per il mondo della scuola e del lavoro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Donini in diretta dalla Regione: "Ospedali sotto controllo"

BolognaToday è in caricamento